Skip to content

Mi chiamo Tommaso Grasso.
La mia carriera lavorativa inizia nel 1999, a 19 anni, dopo una breve esperienza universitaria decido di rilevare insieme ad un amico, già esperto nel settore, una piccola osteria situata nei pressi di Piazza Santa Croce, nella quale ho mosso i miei primi passi non solo nella ristorazione ma nel mondo del lavoro in generale.

Dopo 3 anni l’enorme amore e passione per questo magico lavoro mi portano dal non saper usare un cavatappi ad essere il responsabile degli acquisti e delle vendite di gran parte dei più pregiati vini toscani nella nostra osteria che nel frattempo, era il 2002 , aveva raggiunto un successo tale da permettermi, quella che ancora oggi definisco, una follia giovanile.

Vendo l’osteria e rilevo un ristorante simil fast food nel fondo più bello di Firenze, 4 volte più grande, indebitandomi per 20 anni e prendendo in carico un locale praticamente fallito.

Fondo il Golden View e da quel giorno lo gestisco e dirigo personalmente.
In tutti questi anni sono innumerevoli gli aspetti e le specializzazioni sviluppate all’interno della mia attività lavorativa, ricordo con gioia la creazione, insieme a Paolo Miano, della nostra cantina, situata in un fondo del 1400 in Via de Bardi alta, tra le più importanti d’Italia; l’organizzazione di migliaia di concerti jazz, di decine di mostre ed eventi legati all’arte con nomi di spicco del panorama artistico fiorentino e non solo, con i quali ho creato progetti di personalizzazione artistica dei miei prodotti, in particolare vini e grazie ai quali oggi ho una collezione di oltre 250 opere tra quadri e statue di cui vado molto orgoglioso.
In questi anni ho anche collaborato con varie Enti e Fondazioni fiorentine organizzando raccolte fondi per scopi sociali, come per esempio la Fondazione Spadolini, la Misericordia, l’ospedale pediatrico Meyer.

Un lungo percorso segnato da un comune filo denominatore che mi porto dentro: passione e qualità.